SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 59,90€ SCOPRI COME
I NOSTRI CONSIGLI
media

Farmaci da evitare prima di esporsi al sole e rischi

7 luglio 2021

Quando si parla di farmaci che possono interagire con i raggi solari ci si riferisce ai cosiddetti farmaci “fotosensibili”, che se assunti poco prima o poco dopo l’esposizione ai raggi UV, possono portare effetti collaterali di diverso tipo.

Vediamo insieme quali sono questi farmaci e a che tipo di reazione possono portare.

Quali farmaci evitare?

I raggi UVA sono possono interagire con le molecole di determinati farmaci portando reazioni di fotosensibilità o reazioni allergiche che si presentano con eritemi, bolle sulla cute e prurito.

I farmaci fotosensibilizzanti più noti sono:

  • antibiotici: come chinoloni, sulfamidici e tetracicline;
  • antifungini: come il ketoconazolo;
  • le creme che vengo o utilizzate per trattare i sintomi delle punture di insetto (antistaminiche);
  • farmaci a base di acido retinoico, come quelli utilizzati per trattare l'acne;
  • FANS, comunemente assunti per contrastare dolore e infiammazione, ancor più da evitare se in formulazioni in gel;
  • contraccettivi orali: la pillola anticoncezionale può provocare la comparsa di macchie solari sulla pelle;
  • farmaci per la cura del diabete.

Quali reazioni?

In caso di reazioni avverse, si può trattare di reazione foto-allergica oppure di reazione foto-tossica.

Reazione Foto allergica

La reazione foto-allergica consta della comparsa di arrossamento, squame e, in alcuni casi, vesciche e macchie.

È un tipo di reazione che può essere susseguente anche all’utilizzo delle lozioni dopobarba, dagli schermi solari e dai sulfamidici. Le sostanze che causano fotoallergia, in genere, sono quelle che agiscono dopo che la persona è stata esposta alla sostanza e alla luce del sole (dato che è quest’ultimo a rendere i principi in grado di scatenare la fotoallergia).

Le reazioni fotoallergiche possono affliggere anche aree di cute che non sono state esposte al sole e si manifestano entro 48 ore dall’esposizione.

Reazione Foto tossica

La reazione foto-tossica si presenta con arrossamento, infiammazione e, in alcuni casi, discromie in zone della cute esposte alla luce solare. Può sembrare un’ustione solare, ma la si distingue in quanto si presenta soltanto dopo che la persona ha assunto specifici farmaci (come le tetracicline o i diuretici) o determinati composti chimici, o ancora dopo averli applicati sulla cute (come il profumo e il catrame).

In quest’ultimo caso parliamo di fitofotodermatite. Tutte le reazioni fototossiche si manifestano soltanto su aree di cute che sono state esposte al sole ed entro poche ore dall’esposizione al sole.

Raccomandazioni

Per tutti gli altri medicinali ricordiamo che è sempre importante verificarne la compatibilità con i raggi solari e, in caso impossibilità della sospensione del farmaco, è importante evitare del tutto l'esposizione.

Le reazioni di fotosensibilità e fototossicità riguardano non solo farmaci per terapie orali ma anche per uso topico nel caso ad esempio di creme antinfiammatorie, antibiotiche, antistaminiche.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • Jul 07, 2021
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento