SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 59,90€ SCOPRI COME
I NOSTRI CONSIGLI
media

Il sole: un alleato contro dermatite atopica e psoriasi

23 giugno 2021

La nostra salute trae beneficio dall’esposizione solare in senso ampio, anche per quel che riguarda l’umore, dato che esporsi al sole nella giusta maniera (sempre nelle giuste misure), incrementa la produzione di serotonina, l’ormone della felicità.

Prima di proseguire, è d’uopo effettuare una precisazione: è sempre importante esporsi gradualmente al sole, in qualsiasi periodo dell’anno, non andando oltre 15-30 minuti le prime volte ed evitando sempre le ore più intense, oltre che applicando sulla pelle i solari specifici per il viso e per il corpo.

Dermatite atopica e psoriasi

La dermatite atopica è un disturbo infiammatorio della cute e i casi sono in aumento sia tra gli adolescenti che tra i bambini: si manifesta con una presenza costante di prurito a cui seguono generalmente disturbi del sonno.

La psoriasi è anch’essa un disturbo infiammatorio della cute, sulla quale si manifestano chiazze eritematose e caratterizzate da uno strato squamoso, specialmente su gomiti, ginocchia e cuoio capelluto.

Si tratta di disturbi cronici e recidivanti che possono presentarsi a qualsiasi d’età in maniera diversa in base anche all’individuo, per cui la sintomatologia può cambiare anche di molto.

I benefici del sole

Volendo parlare dei benefici dell’esposizione al sole, si parte dalla sintesi della vitamina D, che è benefica per combattere dermatiti e psoriasi, in quanto essa rallenta il diffondersi del disturbo a livello cellulare, così da placare l’infiammazione relativa a tali disturbi.

Come anticipato, l’azione dei raggi solari può essere efficace solo se gestita nella giusta maniera. Essa esplica effetti immunosoppressivi: più nel dettaglio, i raggi UVB hanno la capacità di rallentare la crescita delle cellule cutanee, alleviando i sintomi negli individui con psoriasi lieve-moderata. Il sole agisce in maniera benefica anche stimolando la produzione di endorfine, che sostengono il buonumore e riducono, di conseguenza, la percezione dello stress.

I benefici che aiutano a migliorare queste condizioni vengono corroborati dal clima marittimo: in alta quota il sole può portare a irritare e a seccare la pelle.

In più, i raggi solari rallentano le reazioni del sistema immunitario e regolarizzano il ricambio delle cellule, senza tener conto dell’azione disinfettante del sole nei confronti della dermatite atopica che spesso è caratterizzata dalla presenza di batteri sulla pelle, come lo stafilococco aureo.

Come sfruttare al meglio le giornate di sole

È importante iniziare a esporsi al sole in primavera e non eccedere in estate, dato che i raggi UV hanno la controindicazione di rappresentare un fattore di rischio per i tumori della pelle. Inoltre, una scottatura solare potrebbe riattivare i processi infiammatori. Sono molto consigliati dei brevi bagni in mare, grazie all’azione dell’acqua salata che corrobora il distacco delle lamelle della psoriasi.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • Jun 23, 2021
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento