Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 1

Xamamina mal di viag*6cps 50mg

XAMAMINA MAL DI VIAG*6CPS 50MG

XAMAMINA MAL DI VIAGGIO XAMAMINA MAL DI VIAGGIO 50 mg capsule molli Una capsula molle contiene: principio attivo: dimenidrinato 50 mg Eccipienti: sorbitolo, parabeni XAMAMINA MAL DI VIAGGIO Bambini 25 mg capsule molli Una capsula molle contiene: principio attivo: dimenidrinato 25 mg Eccipienti: sorbitolo, parabeni Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1 XAMAMINA MAL DI VIAGGIO 50 mg capsule molli e XAMAMINA MAL DI VIAGGIO Bambini 25 mg capsule molli macrogol 400.

Codice: 002955060
Produttore: DOMPE' FARMACEUTICI SpA
PRODOTTO DETRAIBILE
Visualizza dettagli completi
Prezzo di listino € 4,70
Prezzo scontato € 4,70 Prezzo di listino € 9,00
-47% Non disponibile
Ultimo prezzo più basso: € 4,70
Prima era: € 9,00 -47%

21 disponibile/i

visa master maestro american_express paypal apple_pay google_pay google_pay
Puoi pagare alla Consegna
con supplemento di € 4,00
Spedizione gratuita da € 59,90
Costo spedizione € 5,49
Consegna: 2-3 Giorni Lavorativi
Reso facile e veloce fino a 14gg Costi e Tempi di Spedizione
Codice: 002955060
Produttore: DOMPE' FARMACEUTICI SpA
PRODOTTO DETRAIBILE
Visualizza dettagli completi

XAMAMINA MAL DI VIAGGIO
XAMAMINA MAL DI VIAGGIO 50 mg capsule molli Una capsula molle contiene: principio attivo: dimenidrinato 50 mg Eccipienti: sorbitolo, parabeni XAMAMINA MAL DI VIAGGIO Bambini 25 mg capsule molli Una capsula molle contiene: principio attivo: dimenidrinato 25 mg Eccipienti: sorbitolo, parabeni Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1
XAMAMINA MAL DI VIAGGIO 50 mg capsule molli e XAMAMINA MAL DI VIAGGIO Bambini 25 mg capsule molli macrogol 400. Involucro: gelatina; sorbitolo liquido parzialmente deidratato; sodio-paraidrossibenzoato di etile (E215); sodioparaidrossibenzoato di propile (E 217).
Mal di mare, d'aereo, d'auto e di treno.
Ipersensibilità al principio attivo, ad altri antistaminici o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Controindicato nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Controindicato durante la gravidanza e l’allattamento.
XAMAMINA MAL DI VIAGGIO 50 mg capsule molli Negli adulti 1 capsula molle mezz'ora prima del viaggio; se necessario ripetere la dose dopo 3-4 ore, fino ad un massimo di 4 capsule molli nelle 24 ore. XAMAMINA MAL DI VIAGGIO Bambini 25 mg capsule molli Nei bambini in età fra 2-6 anni 1 capsula molle di Xamamina Mal di Viaggio Bambini mezz'ora prima del viaggio fino ad un massimo di 3 volte nelle 24 ore. Nei bambini in età fra 7-12 anni 1-2 capsule molli di Xamamina Mal di Viaggio Bambini mezz'ora prima del viaggio, fino ad un massimo di 2-3 volte nelle 24 ore. Non superare le dosi consigliate.
Conservare a temperatura non superiore a 25°C
Il prodotto deve essere somministrato con cautela in soggetti affetti da glaucoma ad angolo chiuso, ipertrofia prostatica, ritenzione urinaria, rallentamento del transito intestinale, asma bronchiale, epilessia, porfiria. Il prodotto può mascherare i sintomi di ototossicità e pertanto deve essere somministrato con cautela in pazienti in terapia con farmaci ototossici. Le capsule molli contengono sorbitolo: i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, non devono assumere questo medicinale. Le capsule molli contengono parabeni che possono causare reazioni allergiche (anche ritardate).
Il prodotto può aumentare gli effetti di altri agenti depressivi del Sistema Nervoso Centrale, quali alcool, barbiturici, altri ipnotici, sedativi o tranquillanti. In caso di assunzione concomitante di tali sostanze, si deve prestare attenzione allo scopo di evitare fenomeni addittivi di sedazione. Il prodotto può potenziare gli effetti di altri farmaci anticolinergici, inclusi gli antidepressivi. Qualora somministrato in concomitanza ad antibiotici aminoglicosidici o altri farmaci ototossici, il dimenidrinato può mascherare i primi sintomi di ototossicità, la quale può rilevarsi solo quando il danno è irreversibile (vedi anche par. 4.4).
In seguito al trattamento con Xamamina Mal di Viaggio sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati:

Classe organo sistemica Effetti indesiderati più frequenti Effetti indesiderati frequenti Effetti indesiderati meno frequenti
Disordini del metabolismo e della nutrizione   Anoressia  
Disordini psichiatrici     Insonnia (specialmente nei bambini) Euforia
Disordini del sistema nervoso Sedazione Sonnolenza Cefalea Vertigine Tremori Convulsioni (specialmente nei bambini)
Disordini della vista   Disturbi dell’accomodazione  
Disordini cardiaci     Tachicardia
Disordini vascolari     Ipotensione
Disordini gastrointestinali   Secchezza delle fauci Nausea  
Disordini della cute e del tessuto sottocutaneo   Fotosensibilità Reazione cutanea su base allergica  
Disturbi renali e urinari   Disturbi della minzione  
Disordini generali e condizioni del sito di somministrazione     Astenia
“Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.
In caso di sovradosaggio consultare immediatamente il medico. La sonnolenza è il sintomo più usuale di iperdosaggio. Dosi tossiche possono produrre: convulsione, coma e depressione respiratoria. Nel caso attuare una terapia sintomatica. Quando necessario, assistenza respiratoria.
Gravidanza. In studi sulla riproduzione in ratti e conigli dosi superiori di 20-25 volte rispetto a quelle normalmente utilizzate in terapia nell’uomo non hanno evidenziato effetti teratogeni o riduzione della fertilità. Non sono tuttavia disponibili dati sull’uso del prodotto nella donna in gravidanza. Pertanto, sebbene la teratogenicità del prodotto appaia improbabile, l’uso del dimenidrinato in gravidanza è controindicato. Allattamento. Piccole quantità di dimenidrinato passano nel latte materno. Dati i possibili eventi avversi del prodotto nei neonati, l’uso del dimenidrinato durante l’allattamento è controindicato.
Poiché il più frequente effetto secondario degli antistaminici è la sedazione che può manifestarsi come sonnolenza, di ciò devono tenere conto coloro che svolgono operazioni richiedenti integrità del grado di vigilanza (guida autoveicoli, condotta di macchinari).

Leggi di più